accessibile
Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie anche di terze parti. Maggiori informazioni sui cookies.

Chiudi












IN PRIMO PIANO


COMUNICATO CALCOLO TARI

Si comunica che, a seguito notizie sulla stampa di eventuali errori sul calcolo della Tariffa Rifiuti, il Consorzio Rifiuti di Alessandria, dal 2005 ad oggi, ha correttamente calcolato la parte variabile sulla sola abitazione, mentre per le pertinenze (box, cantina, sottotetto, mansarda, sottoscala ecc….) la quota variabile è stata sempre valorizzata a zero". Nei comuni del territorio quindi non sono stati fatti errori nel calcolo e le tariffe sono state applicate in modo regolare.




Iscrizioni aperte per artigiani, hobbisti, produttori tipici
MERCATINO E PRESEPE VIVENTE IL 10 DICEMBRE

La città della Torre non si ferma e dopo gli incontri con le associazioni il Comune, ha aperto il cantiere per il programma delle festività di fine anno. Fra gli appuntamenti di dicembre, oltre al ciclo "Libri sotto l'albero" in biblioteca e le feste organizzate dalle scuole e dall'oratorio, spicca l'appuntamento del 10 dicembre con la grande festa del gemellaggio, il rinnovato mercatino natalizio e la grande novità del "Presepe Vivente" che si snoderà fra la piazza principale, via Prevignano, lo slargo di San Martino e piazza Donatori. Gli assessorati alla cultura e manifestazioni di concerto con le associazioni, hanno aperto le prenotazioni esclusivamente per artigiani, produttori tipici e hobbisti dedicando lo spazio della piazza e le vie limitrofe per l'organizzazione della fiera delle bancarelle. Per chi fosse interessato è necessario prenotare il proprio spazio al numero: 0131233122/5.




Asfaltature 2017: iniziano i lavori
CHIUSA LA PESA PUBBLICA AL S.CROCE

Fervono i lavori per la chiusura definitiva della vecchia pesa pubblica, da anni in disuso, presso la Casa di Riposo Santa Croce. La pesa era al centro della strada che, seppure secondaria rispetto alla strada provinciale via Panza, era frequentata da molte auto e causava notevole disturbo per il continuo movimento della pedana. Ora, con la rimozione delle strutture, la strada verrà asfaltata e riqualificata. I lavori sono parte del piano di manutenzione e asfaltature voluto dall'Amministrazione Comunale che in questi giorni arriverà a compimento con il rinnovo del manto in via don Guarona, dall'incrocio con via Degiovanni, fino all'imbocco con strada Pietra Marazzi, in via Sgarattone, dall'incrocio con via Panza fino a via Sottoripe e presso la frazione di Fosseto, dalla cabina Enel fino al piazzale antistante la chiesa di Sant'Anna.




C'è tempo fino al 31 ottobre per inviare gli scritti
I RACCONTI DEL "DIARIO DELL'AMICIZIA"

In occasione dell'anniversario della ratifica della firma per il gemellaggio, le comunità di San Salvatore Monferrato e Agerola sono al lavoro per la realizzazione del "Diario dell'Amicizia" una nuova pubblicazione a due anni dal successo del "Ricettario dell'Amicizia" con racconti e storie dei due paesi, un doppio libro da sfogliare nei due versi per conoscere meglio le proprie realtà locali e quelle dei rispettivi comuni di gemellati. C'è tempo fino al 31 ottobre inviando i loro racconti per la selezione e la realizzazione del libro. La pubblicazione sarà completata con foto d'epoca, proverbi e frasi in dialetto locale. Un nuovo tassello che si aggiunge agli altri costruiti per l'occasione per stringere sempre più un legame fra le due comunità. Per chi volesse inviare il proprio racconto, occorre scrivere a: biblioteca@comune.sansalvatoremonferrato.al.it.
 




Contro la chiusura dell'Istituto San Giuseppe
RACCOLTA FIRME PER IL SAN GIUSEPPE

Alla notizia che l'ispettoria salesiana di Torino è intenzionata a chiudere entro il 2019 l'Istituto San Giuseppe, la città ha iniziato a mobilitarsi. La parrocchia ha indetto una grande raccolta firme per chiedere ai responsabili di Torino di rivedere le proprie scelte, considerata la presenza ultracentenaria delle Figlie di Maria Ausiliatrice a San Salvatore Monferrato, prima accollandosi l'educazione dei piccoli sansalvatoresi con la scuola materna (che è un ente autonomo, con personale proprio ed è ospitata presso la struttura di via Boeri), poi assistendo i malati presso la casa di riposo Santa Croce, attivando l'oratorio femminile, poi accorpato con il "Campanone" e infine, nell'ultimo ventennio, ospitando le sorelle più anziane presso la casa di riposo delle FMA situata nei piani superiori dell'Istituto. Il parroco don Gabriele Paganini ha fatto appello alla comunità di firmare i moduli e una lettera con le firme congiunte di Parroco, Sindaco è stata recapitata all'Ispettoria di Torino e al Santo Padre.

L'obiettivo è chiedere che la casa non chiuda e che le suore restino a San Salvatore Monferrato, importante centro monferrino, dove peraltro don Bosco venne in visita nell'ottobre del 1861. I moduli per le firme sono presenti anche presso gli uffici comunali.




Comunicazione del sindaco
MIGRANTI: POSSIBILE ARRIVO ANCHE A SAN SALVATORE

Nel corso del Consiglio Comunale dello scorso 3 ottobre, il sindaco Enrico Beccaria ha informato l'assemblea relativamente al possibile arrivo di alcuni migranti anche a San Salvatore Monferrato. Il primo cittadino ne ha dato notizia immediatamente dopo che la Prefettura lo ha informarlo in via preventiva, anche se l'accordo con la cooperativa che si occuperà dell'accoglienza di queste persone provenienti dalle zone povere o di guerra era già in essere e così pure i contatti con i sansalvatoresi che hanno messo a disposizione appartamenti sfitti per l'opportuno alloggiamento dei soggetti interessati. "La procedura - ha spiegato Beccaria - non prevede un coinvolgimento attivo degli amministratori locali, normalmente i sindaci dei Comuni che da tempo ospitano i richiedenti asilo sono stati informati quando i migranti erano già sistemati in casa. Noi, sapendolo prima, lo abbiamo detto alla popolazione che giustamente ci ha chiesto di essere informata, forse nel timore che il numero dei profughi fosse elevato. Nel nostro caso la Prefettura parla di 10-11 soggetti, numeri che non devono destare allarme ed eccessiva preoccupazione". Già nell'ultimo numero del periodico comunale, il Sindaco aveva informato la popolazione con un articolo. "La scorsa estate infatti - prosegue Beccaria - pareva imminente l'arrivo di alcuni giovani dall'Africa: lo abbiamo saputo e lo abbiamo subito comunicato. Ora sappiamo che Prefettura e cooperative si sono riattivate per l'assegnazione di alcuni profughi anche da noi. Del resto San Salvatore è uno dei pochi centri di fascia media a non essere stato coinvolto da progetti di accoglienza". Dopo l'annuncio in Consiglio Comunale, la cui seduta è pubblica e aperta a tutti, l'informazione è stata veicolata immediatamente sul sito ufficiale del Comune e sulla relativa pagina social. "Al momento non si è verificato nessun nuovo ingresso - afferma il sindaco - e ad oggi non è certo l'arrivo di alcun migrante. Accadrà probabilmente quando verranno trovate case disponibili per la locazione. Non appena le notizie saranno più concrete, organizzeremo un incontro pubblico per farci spiegare dai responsabili della cooperativa i dettagli su come avverrà l'accoglienza: gli incontri pubblici sono un metodo che appartiene alla nostra azione di governo: informare e condividere i problemi". Il sindaco ha chiuso l'intervento affermando che chiederà alla cooperativa di impiegare quanto prima i migranti in opere di pubblica utilità e ha rivolto alla popolazione l'invito a collaborare affinchè possa svilupparsi un ottimale processo di integrazione.




I progetti sociali del Comune per i residenti
ORTI SOCIALI, MESI GRATIS AL NIDO E BONUS

Al possibile arrivo dei migranti, l'Amministrazione Comunale, che ha ribadito che l'ospitalità dei richiedenti asilo non è organizzata dal Comune e non comporta alcuna spesa per lo stesso, vuole sottolineare le azioni intraprese in questi ultimi dieci anni nell'ambito delle politiche sociali, evidenziando che nell'anno in corso ne sono state avviate di nuove e altre di prossima attivazione.

Per i sansalvatoresi in difficoltà in questi anni l'ente ha attivato numerose iniziative e il Comune continuerà a promuoverle e a riservarle ai residenti come e più di prima. In questi mesi è partito il progetto degli orti sociali, due sono già assegnati ed è stato riaperto il bando per dare la possibilità ad altri cittadini di cogliere questa opportunità. Non appena la Regione riaprirà il bando per i "Cantieri di Lavoro", San Salvatore ha già accantonato risorse economiche per parteciparvi, il progetto "San Salvatore per il lavoro" offre la possibilità a chi è in cerca di un'occupazione di lavorare per alcuni mesi presso di noi. Il Comune ha inoltre attive borse lavoro (Pass), incentivi, contributi per l'affitto, un mese di asilo nido gratis, bonus nascite di 500 euro per le neo-mamme senza reddito e sostiene le associazioni che agiscono nel mondo del sociale con le loro attività. L'Amministrazione ha inoltre creato iniziative per stimolare l'acquisto nei negozi di vicinato perchè restino aperti e favorire chi non ha l'auto per raggiungere i centri commerciali fuori paese e ha confermato tutte le agevolazioni tariffarie per le famiglie con più di un bambino; da alcuni anni ha è stato inoltre attivato un utile "sportello sociale" cui fare riferimento diretto.





GLI "SCUOLAPUNTI" IN DIRETTA NAZIONALE SU "RADIO 24"

Le idee del Comune guidato dal sindaco Enrico Beccaria fanno notizia e sabato sono state oggetto della trasmissione della rete nazionale Radio24. Nel corso della trasmissione, all'interno della rubrica "Comuni Ribelli", è stata descritta l'innovativa iniziativa di promuovere una raccolta di bollini a favore delle scuole cittadine, veicolata attraverso i negozi del paese. La raccolta, avviata nell'aprile scorso dall'assessore alla scuola Corrado Tagliabue e dalla collega al commercio Carmen Acunto, si è conclusa, dopo sei mesi, lo scorso 30 settembre ed ha unito due realtà considerate a rischio di sopravvivenza in tutti i piccoli comuni d'Italia: le scuole e le botteghe. La sinergia fra negozianti, popolazione e soprattutto alunni è il segreto di questo successo da oltre quindicimila bollini adesivi distribuiti che ora verranno conteggiati uno ad uno perchè il Comune, per ogni “Scuolapunto” raccolto corrisponderà alle scuole, dal nido alla secondaria di primo grado, un contributo in denaro per l’acquisto di materiale didattico. Un altro progetto che fa leva sul “senso di comunità”, un esempio che Radio 24 ha voluto evidenziare, dimostrando che i problemi si possono risolvere anche con spirito creativo.




Vendita dei banchi scolastici in disuso
MOLTO PIU' DI UN SEMPLICE BANCO DI SCUOLA

Due anni fa il Comune decise di mettere in vendita le vecchie lavagne delle scuole, quelle di legno e ardesia: il successo fu immediato e i fondi vennero utilizzati per ristrutturare la "sala incontri" utilizzata dalle associazioni del paese. Quest'anno in vendita ci sono i banchi di scuola, con le sedie, nella variante con il piano reclinabile, da disegno, inutilizzati, accatastati e dislocati in più aule e magazzini. L'assessorato ai servizi educativi, ha deciso di destinare i proventi della vendita dei banchi per l'acquisto di nuovo materiale scolastico e migliorare le dotazioni della scuola. I primi giorni di vendita sono incoraggianti: numerose le telefonate anche da fuori provincia e presso il Comune, chiamando l'ufficio economato (tel. 0131233122/4), è possibile informarsi per visionarli e scegliere il modello preferito, dal momento che sono di diverse dimensioni e tipologie. La frase di lancio della vendita recita: "molto più di un semplice banco" e infatti, se ci si pensa bene, è proprio così: il banco non è un oggetto qualunque, ha visto scorrere la vita di ogni scolaro, c'era quando Anna ha scritto il primo tema, quando Luca imparava le somme e quando Marco di prese 8, un pezzo della storia di ciascuno.





UN REGALO PER OGNI NUOVO NATO: UN MESE GRATIS DI ASILO NIDO

SAN SALVATORE - Si dice che ai primi vagiti, ad ogni bebè venga idealmente assegnata una sostanziosa fetta dell'imponente debito pubblico statale. Nel paese della Torre Paleologa, ogni nuovo nato riceve una lettera di benvenuto del sindaco e tre regali: il tricolore italiano, un libro di letture consigliato da "Nati per leggere" e l'impegno da parte del Comune di piantare un albero, in omaggio al nascituro. Da qualche settimana a questa parte, si è aggiunto un nuovo dono: un buono per frequentare gratis un mese di asilo nido. Si tratta di una novità introdotta per agevolare economicamente le famiglie ed invitarle a scoprire un servizio d'eccellenza che nella cittadina si associa ai tanti già attivi, rivolti alle nuove generazioni. Con circa cinquecento ragazzi che frequentano le scuole (in molti casi provenienti anche da fuori confine), San Salvatore si conferma come un centro fortemente votato ai servizi per la famiglia, con scuole dall'Infanzia alla Secondaria di Primo Grado, servizi di mensa, pre e post scuola, un efficiente asilo nido e ben tre centri estivi diversificati per fasce d'età, fino ai 14 anni.Il buono per il nido potrà essere utilizzato quando la famiglia riterrà più opportuno, ad esempio per il mese di inserimento, quando il bimbo comincia a vivere le proprie esperienze lontano dai genitori, in ambienti educativi accoglienti, seguito dalle esperte educatrici che fin dai tempi della classe sperimentale "Primavera" nata nel 2007, da dieci anni si prendono cura della crescita dei piccoli del paese e di chi, proveniente dai comuni vicini, trova a San Salvatore l'accoglienza e il calore del nido di San Salvatore.




Biblioteca civica
TREMILAQUATTROCENTO LIBRI IN UN ANNO

Sempre più frequentata la biblioteca civica sansalvatorese. Appartenente al Servizio Bibliotecario Nazionale da dieci anni, arricchita dal Fondo Librario Edoardo Villa (ventimila volumi, fra cui preziose prime edizioni), è amatissima dai sansalvatoresi che nel 2016, hanno preso in prestito 3400 libri, 800 in più rispetto all’anno precedente, confermando il successo di un’istituzione che nel corso degli anni ha saputo confermarsi come vero e proprio punto di riferimento cittadino, per l’efficiente servizio, la ricca dotazione e i numerosi eventi organizzati in essa, fra cui la “Notte bianca dei piccoli lettori”; letture a lume di candela e numerose presentazioni librarienel periodo natalizio e nel corso del “Settembre Sansalvatorese”.