accessibile
Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie anche di terze parti. Maggiori informazioni sui cookies.

Chiudi
IN PRIMO PIANO

Venerdì 19 ottobre, ore 2045 in biblioteca
RENATO BALDUZZI PARLA DI ALDO MORO

Sarà Renato Balduzzi, professore ordinario di diritto costituzionale all'Università Cattolica del Sacro Cuore a ricordare, nella tavola rotonda organizzata dal Comune venerdì 19 ottobre, Aldo Moro, nel quarantesimo anniversario del rapimento e uccisione dello statista da parte delle Brigate Rosse. L'incontro, fissato per le 20.45 presso la sala grande della biblioteca civica, prevede gli interventi del sindaco Enrico Beccaria che aprirà il convegno con Fabio Prevignano, Luca Monti ed Elisa Molina. Il titolo "Aldo Moro, ieri, oggi e domani?" è stato suggerito dallo stesso Balduzzi che con questa sintesi intende porre l'interrogativo su ciò che l'ex segretario della DC realizzò durante gli anni del cosiddetto "compromesso storico", l'azione di riavvicinamento tra le opposte forze politiche presenti in Italia negli anni settanta del secolo scorso, la Democrazia Cristiana e il Partito Comunista Italiano e su ciò che il suo pensiero può ancora offrire nel presente e nel futuro della politica italiana. L'appuntamento di venerdì completa il ciclo delle commemorazioni che il Comune ha organizzato da maggio ad oggi nel ricordo dell'uomo che più di tutti pagò la ferocia del terrorismo rosso, dopo la proiezione del film di Giuseppe Ferrara e la presentazione del libro di Fabio Lavagno ("Moro, l'inchiesta senza finale"), avvenute nei mesi scorsi.Al termine della tavola rotonda l'Amministrazione Comunale inviterà i presenti alla deposizione di una corona di alloro sulla lapide posta nella piazza dedicata allo statista italiano.




Al via la raccolta "Amici dello sport"
UNA RACCOLTA PUNTICHE AIUTA LO SPORT E NEGOZI

Un anno fa, nasceva “Amici per la scuola”, la raccolta punti che sosteneva le scuole del paese di cui parlò anche la stampa nazionale e Radio24. Con i soldi raccolti, alcune scuole comprarono giochi in scatola e la Primaria contribuì a rinnovare l’area esterna del cortile delle scuole. Adesso è la volta delle società sportive: saranno loro a beneficiare delle risorse che il Comune mette a disposizione per chi compra nei negozi del centro storico. E’ questa la sfida che l’assessorato al commercio e allo sport del Comune hanno deciso di lanciare insieme con i commercianti, i presidenti delle associazioni sportive e i cittadini. L’organizzazione è del Comune che metterà a disposizione subito 3000 euro e se l’iniziativa avrà successo, altre risorse nel 2019.
“Siamo una comunità vivace con tanta gente attiva, ma i problemi sono sempre dietro l’angolo, così abbiamo fatto una riflessione: i paesi entrano in crisi quando i negozi abbassano le serrande e quando le associazioni chiudono. Noi abbiamo ideato un’iniziativa che rafforza la rete del commercio locale e motiva i presidenti, i volontari e gli sportivi ad acquistare nelle botteghe del centro", afferma l’assessore allo sport che è anche assessore al commercio, Carmen Acunto. Gli fa eco il sindaco Enrico Beccaria: “un anno fa abbiamo avuto riscontri positivi dalla popolazione che ha contribuito al successo di un’iniziativa analoga per le scuole. I sansalvatoresi sono sempre generosi nel raccogliere fondi per obiettivi concreti perché sentono molto il senso di appartenenza. Il nostro motto è la citazione pavesiana Un paese vuol dire non essere soli”. E così, nell’ottica della collaborazione fra Comune e associazioni sportive finalizzata al miglioramento delle dotazioni e a rafforzare i settori giovanili, l’Amministrazione Comunale ha coinvolto i commercianti sansalvatoresi, ideando “Amici dello sport” per sostenere le società di calcio, basket, polisportive, karatè, ginnastica e tennis tavolo. San Salvatore Monferrato, è abituato a fare cose nuove e così risulta che “Amici per lo Sport” sia il primo progetto in Italia con queste caratteristiche. La dinamica è semplice: ogni cliente al termine di ogni acquisto presso i negozi aderenti ottiene il bollino adesivo, “PuntoSport” che, apposto su una scheda, verrà raccolto e conteggiato. Il Comune si impegnerà a suddividere la somma stanziata a bilancio sulla base del numero dei punti raccolti dai sostenitori di ogni singola società. “Amici dello Sport” ha come obiettivo mobilitare la popolazione a concorrere per un progetto di comunità, rafforzando l’identità sociale, identificando le associazioni sportive e la rete del commercio locale come "beni pubblici".




Domenica 21 ottobre, ore 15,30
VISITA GUIDATA AL CIMITERO

E' organizzata dall'Associazione Culturale Tantasà la prima visita guidata al cimitero di San Salvatore Monferrato prevista per domenica 21 ottobre, dalle ore 15,30. Le cappelle delle famiglie storiche della città della Torre, la tomba nella quale è sepolto il poeta scapigliato Igino Ugo Tarchetti, il misterioso sepolcro di Paolo Provera, conosciuto come "Tantasà", sono alcune delle tappe che i volontari dell'associazione faranno nel corso della visita preparata in occasione del periodo tradizionalmente dedicato alla visita ai cimiteri. Fra statue e architetture, storie e leggende, i visitatori saranno condotti alla scoperta della storia della loro comunità attraverso un inedito punto di vista.




Prossimamente: si organizza una mostra sui negozi di un tempo
CERCASI FOTO D'EPOCA DELLE BOTTEGHE

A pochi mesi dal successo della mostra fotografica “San Salvatore in scena”, dedicata alle compagnie teatrali della città della Torre, l’amministrazione comunale lancia una nuova idea a cui sono chiamati tutti i cittadini, una nuova mostra che raccolga le foto dei negozi di un tempo, gli alimentari delle frazioni, i barbieri e i vecchi caffè, i forni del pane e le filiali di banche ed enti. La mostra, in programma per la primavera del prossimo anno, sarà completata da una storia del commercio sansalvatorese, la sua evoluzione negli anni del boom economico, fino ai giorni nostri. Un altro capitolo del progetto della “banca dei ricordi” che da oltre un decennio il Comune porta avanti attraverso la creazione di un ricchissimo fondo di immagini d’epoca su San Salvatore e i suoi abitanti. Per chi avesse foto o informazioni sui negozi di un tempo: biblioteca@comune.sansalvatoremonferrato.al.it




Sabato "Le ali dell'amicizia", domenica "Chelsea Hotel"
IL SETTEMBRE CONTINUA CON INEDITE INIZIATIVE

Archiviati i successi della prima parte del Settembre Sansalvatorese, con gli ospiti di "PeM! - Parole e Musica in Monferrato" e quelli degli altri numerosi eventi organizzati dalle associazioni, la kermesse settembrina, che terminerà a ottobre inoltrato, dirada i suoi appuntamenti, concentrandoli perlopiù nei fine settimana. Giovedì 20 è la volta di Nada che chiude la più grande fra le edizioni di "PeM!" (ore 21, parco della Torre Storica) e sabato 22, ore 18, proseguono gli appuntamenti con le presentazioni librarie con il libro di Emanuela Chiriotti e Stefania Savino dedicato ai bambini, "La ali dell'amicizia". Domenica è la volta delle performance di "Chelsea Hotel. 2.0" che, grazie alla Consulta Giovani, noti per aver creato l'evento estivo musicale "Sansapalooza", trasformeranno palazzo Carmagnola, affacciato sull'omonima piazza, nel celebre hotel newyorkese reso leggendario dalla permanenza di numerosi artisti. "Chelsea Hotel 2.0" si candida così ad essere l'appuntamento più originale di tutto il settembre, grazie alla fervida immaginazione dei suoi ideatori, cresciuti nel fertile terreno della città della Torre Paleologa che coniuga musica, letteratura e arte nei molteplici appuntamenti disseminati nel calendario annuale.




Nuovi spazi rinnovati alla scuola d'Infanzia e Primaria
NUOVO "SPAZIO GIOCHI" E NUOVO "SPAZIO NANNA"

Lunedì 10 settembre, primo giorno di scuola, il sindaco Enrico Beccaria, l'assessore ai servizi educativi Corrado Tagliabue, il dirigente Maurizio Carandini e tanti genitori ed insegnanti, hanno inaugurato nel cortile di palazzo Cavalli, sede della scuola d'Infanzia e della Primaria la nuova area esterna "Spazio Giochi" con il nuovo tappeto in gomma colata antishock, un nuovo gioco (regalato dall'associazione "Il giardino di Aurora", in ricordo di Aurora Degiorgis) e la nuova vivace recinzione. Uno spazio, sicuro, bello e condiviso, come hanno voluto sottolineare gli amministratori; nato dalla progettazione partecipata con i genitori, dalla raccolta fondi per la quale si sono attivati loro stessi nel dicembre scorso e con i contributi del comprensivo "Valenza A" e della Fondazione BPN. Dopo la benedizione di don Gabriele Paganini, il gruppo ha lasciato i bambini divertirsi nell'area appena inaugurata e si è recato a tagliare il nastro presso il nuovo "Spazio Nanna", il dormitorio nato dall'esigenza di ospitare anche i bambini della scuola d'infanzia San Giuseppe, chiusa lo scorso giugno. L'area, fino a ieri poco utilizzata, è stata totalmente rinnovata con dotazioni nuovissime per il riposo pomeridiano dei piccoli alunni e i nuovi servizi igienici che necessitavano di un totale rinnovo e una sistemazione più consona ai piccoli utilizzatori. Anche i locali della scuola d'infanzia sono stati rimessi a nuovo, ampliando la sala per l'accoglienza mattutina dei genitori, ritinteggiando corridoio e la nuova aula per i piccoli dell'ex San Giuseppe. Sindaco e assessore hanno ricordato come da una triste chiusura, quella dell'Ipab da 150 anni ospitato presso la casa salesiana, si sia cercato di reagire, portando a compimento, con un notevole sforzo economico (oltre 17.000 euro per lo "Spazio Giochi", oltre 20.000 euro per lo "Spazio Nanna") i lavori con l'obiettivo di ottenere l'apertura di una nuova sezione di scuola d'infanzia statale presso la "U. Ollearo" per accogliere le esigenze delle famiglie sansalvatoresi e dei paesi vicini e per tenere viva la scuola sansalvatorese che ha visto, il primo giorno circa 450 alunni varcare la soglia delle scuole della città della Torre Paleologa.





RILASCIO CARTA D'IDENTITA' ELETTRONICA

Visualizza avviso




Prestiti librari, altro record per San Salvatore​
LA BIBLIOTECA NELLA TOP 10 PROVINCIALE

La biblioteca "Domenico Fava" entra nella top ten delle biblioteche più frequentate della provincia. E' con questo piccolo grande record (che deve tenere in contro il fatto che i 9 comuni che precedono San Salvatore nella classifica hanno un numero superiore di abitanti) relativo ai prestiti librari effettuati nel corso del 2017 che il sindaco Enrico Beccaria si dichiara soddisfatto: "la nostra biblioteca ha assunto un ruolo centrale nella vita culturale della comunità grazie alla presenza fissa di personale qualificato, al patrimonio librario del fondo Villa, all'aggiornamento continuo dell'offerta con novità e best seller e grazie ai numerosi eventi realizzati al suo interno".

I numeri parlano chiaro: nel 2017 i prestiti librari hanno toccato il record di 3.321 e la frequentazione della biblioteca sita nella casa dove nacque Igino Ugo Tarchetti è aumentata considerevolmente anche per effetto di venti presentazioni librarie all'anno divise in due rassegne, una all'interno del "Settembre Sansalvatorese" e una nel periodo prenatalizio. Un anno fa, in occasione dell'8 marzo, è stata rilanciata la sezione per i più giovani con l'inaugurazione della "Piccola biblioteca dei ragazzi L. M. Alcott", autrice di "Piccole donne" e vengono programmate iniziative di successo dedicate ai ragazzi come "La notte bianca dei piccoli lettori" in pigiama, col sacco a pelo, leggendo racconti fino all'alba.

 

La classifica che riguarda i 190 comuni della Provincia, secondo i dati elaborati dal CSI Piemonte, vede svettare al primo posto la Civica di Casale ​(prestiti 23.709​, abitanti 34.246); al secondo posto la Civica di Alessandria

​(prestiti 16.766, abitanti

93.839) e al terzo la Civica di Novi Ligure

​(prestiti 16.431​, abitanti

28.343). Quarto posto per la Civica di Acqui Terme

​(prestiti 10.951​, abitanti

19.695), seguita al quinto posto dalla Civica di Valenza

​(prestiti 9.529​, abitanti

19.054) e al sesto posto dalla Civica di Ovada

​(prestiti 7.819​, abitanti

11386). Casale Monferrato entra in classifica anche con la Biblioteca dei Ragazzi (prestiti 5.722​). Ottavo posto per la Biblioteca dell'Università Piemonte orientale, dip. di Scienze (prestiti 3.802), al nono la Civica di Serravalle Scrivia (prestiti 3.632​, abitanti 6.062) e al decimo, appunto, la Civica di S. Salvatore Monferrato

​(prestiti 3.321​, abitanti 4.247). Un risultato che fa onore a colui al quale la bibliteca è intitolata, il concittadino Domenico Fava (1873 - 1956), uno dei più affermati esperti di biblioteconomia della storia d'Italia, che insegnò la materia come docente universitario e fu direttore delle prestigiose biblioteche nazionali, fra cui Firenze e Bologna e collaborò a lungo con quelle di Modena, Torino e Milano: ancora oggi sui testi scritti da Domenico Fava tutt'oggi studiano gli aspiranti bibliotecari di tutto il mondo.




Con l'approvazione del bilancio, via ai lavori
8 OBIETTIVI PER IL 2018

Il 2018 è l’anno della piena attuazione delle linee programmatiche dell’amministrazione Beccaria. Il primo anno e mezzo è servito per definire le priorità e procedere con gli interventi al nido, alla sicurezza degli edifici e i primi asfalti. Ora, approvato il bilancio di previsione, ci si concentra sulle opere pubbliche e gli interventi che il primo cittadino aveva indicato all’inizio del mandato, quelli del suo programma di governo.

​ I primi risultati sono già evidenti nel trimestre appena concluso: nuova rete di videocamere attiva, nuova gestione della casetta dell’acqua (con migliorie all’impianto di erogazione) e il nuovo asfalto al lungo marciapiede di via Panza. A ciò si aggiungono gli interventi al Palazzetto dello Sport (nuove tribune e nuove uscite di sicurezza) e la progettazione al lotto 2, quello conclusivo del marciapiede di via Panza, in uscita dal centro abitato. Aprile vedrà inoltre il completamento dell’area gioco nel cortile di palazzo Cavalli, sede delle scuole d’Infanzia e Primaria e la progettazione di altre opere, fra cui il nuovo intonaco al muro di via Sottotorre, la piattaforma per l’area feste del Parco Pineta e altri lavori all'interno delle scuole per un importo di oltre centomila euro. Il programma degli interventi è stato riassunto in uno slogan “8 obiettivi per il 2018” e nel relativo manifesto programmatico diffuso in queste settimane sui social, sul sito del Comune e sui muri di San Salvatore Monferrato. Fra i traguardi che l'amministrazione si è prefissata, sono presenti anche nuovi servizi scolastici, in particolare l'impegno ad attivare, dopo sondaggio presso le famiglie del post scuola per i ragazzi delle scuole medie e l'impegno a non aumentare la Tassa Rifiuti e i costi dei servizi a domanda individuale (a parte il ritocco dello 0,8 di indice Istat). Nel bilancio preventivo l'amministrazione ha previsto il reinserimento di una quota contributi per le famiglie che decidono di bonificare il tetto di amianto di case, autorimesse, piccole costruzioni e sono previsti altri cinquantamila euro di investimenti per le asfaltature. E' previsto inoltre un progetto di riqualificazione dei locali del seminterrato del palazzo municipale: i marmi dell'antico negozio di macelleria saranno valorizzati per ospitare il nuovo ufficio turistico e di accoglienza per i turisti appassionati di giri in bicicletta.




Nuove videocamere di sorveglianza
PIU' CONTROLLO E SICUREZZA IN COMUNE

Nuove videocamere di sorveglianza e nuovo sistema di rilevazione per una visibilità più chiara e una maggiore nitidezza delle immagini rilevate. E' questa la principale novità annunciata dall'Amministrazione Comunale che in questi giorni ha reso noto l'installazione di cinque nuovi sistemi per il monitoraggio del territorio. "Era uno degli obiettivi di questo mandato ed oggi mi fa piacere presentare alla cittadinanza un piano che nei prossimi mesi verrà esteso toccando diversi angoli del centro storico: nei pressi della piazza principale e non solo" afferma il sindaco Enrico Beccaria.
L'occhio elettronico da oggi monitora tutti gli angoli di Piazza Carmagnola, ha una completa visuale del Belvedere Giovanni Paolo II e scruta attentamente alcune aree dove sono presenti i cassonetti dell'indifferenziato, per "pizzicare" le persone che non conferiscono correttamente la spazzatura e abbandonano i rifiuti fuori dai cassonetti. Alcune di queste aree di conferimento rifiuti sono considerate "critiche" e l'Amministrazione Comunale ha così scelto di controllarle in modo minuzioso: via Pozzi, nei pressi della casa di riposo Santa Croce, via San Vincenzo, all'imbocco con strada Molinara e poi lo slargo davanti al centro sportivo "Tennis" e piazza Moro, dove è presente la "Casetta dell'Acqua".

"Questo è solo l'inizio - continua il primo cittadino - nei prossimi mesi installeremo anche speciali videocamere per monitorare i varchi d'ingresso da e per San Salvatore Monferrato. Tutto questo fa parte di un piano che è iniziato nel 2016 con l'installazione dei dissuasori di velocità elettronici che monitorano gli automobilisti che sfrecciano sui rettilinei, per garantire sicurezza agli abitanti delle case prospicienti ed è proseguito l'anno scorso con nuove installazioni in via Frascarolo, verso Lu". La trasmissione dei dati delle nuove videocamere avviene con un nuovo sistema che utilizza la pratica ed efficiente linea telefonica, garantendo facilità di visione in qualunque luogo si trovi il personale della Polizia Locale sansalvatorese.




Sulla copertina delle Pagine Bianche telefoniche
OMAGGIO ALLA TORRE PALEOLOGA

Distribuite nel corso di queste settimane, le Pagine Bianche, gli elenchi telefonici più noti in Italia, quest'anno, per la provincia di Alessandria presentano in copertina la Torre Paleologa della cittadina monferrina. Un motivo d'orgoglio in più per i sansalvatoresi che insieme agli abitanti degli altri centonovanta comuni del territorio, sfoglieranno il libro dei numeri telefonici, ammirando la famosa torre col gigantesco buco, sempre di più meta di turisti italiani e stranieri.

 

 

 

 

 

 

 




Reddito di Inclusione: come informarsi e fare domanda
UN AIUTO PREZIOSO PER LE FAMIGLIE IN DIFFICOLTA'

A San Salvatore Monferrato è possibile fare richiesta per accedere al Reddito di Inclusione (Re.I.). Si tratta di una misura approvata dal Governo Gentiloni per contrastare la povertà e per aiutare le famiglie economicamente fragili.
Il Re.I. si compone di due distinte azioni:
1 - un contributo economico erogato ogni mese attraverso una carta di pagamento elettronica (Carta Rei), contributo che può andare dai 187,50 euro per un nucleo di una sola persona a 534,37 euro per un nucleo di cinque persone
2 - un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale predisposto appositamente dai Servizi sociali del Comune.

Per ottenere il Re.I.:
- bisogna essere cittadini dell’Unione Europea o titolari di permesso di soggiorno e residenti in Italia da almeno due anni
- far parte di un nucleo familiare con presenza di un minorenne o di una persona con disabilità o di una donna in stato di gravidanza o di un componente che abbia compiuto 55 anni con specifici requisiti di disoccupazione.

I requisiti economici in possesso congiuntamente richiesti al nucleo familiare sono:
- un valore ISEE in corso di validità non superiore a 6 mila euro;
- un valore ISRE ai fini Re.I. (l'indicatore reddituale dell'ISEE diviso la scala di equivalenza, al netto delle maggiorazioni) non superiore a 3 mila euro;
- un valore del patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a 20 mila euro;
- un valore del patrimopnio mobiliare (depositi, conto correnti, etc.) non superiore a 10 mila euro (ridotto a 8 mila euro per due persone e a 6 mila euro per la persona sola).

Il beneficio economico sarà erogato per un massimo di 18 mesi (dai quali saranno sottratte le eventuali mensilità di Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) percepite) e non potrà essere rinnovato prima di 6 mesi. In caso di rinnovo, la durata è fissata in 12 mesi.

“La misura messa in atto con i Re.I. è importante ed è un’opportunità che lo Stato offre e che i cittadini interessati devono poter cogliere - afferma il sindaco Enrico Beccaria - per avere tutte le informazioni utili i sansalvatoresi possono rivolgersi all'ufficio assistenza (piano terra del palazzo Comunale) o domandare all'assistente sociale che è presente presso il municipio ogni venerdì.
Si specifica che al momento della presentazione della domanda e per tutta la durata del beneficio, il richiedente deve essere in possesso di un’attestazione ISEE in corso di validità.

Per ulteriori informazioni, cliccare per visualizzare la pagina web del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali




Vendita dei banchi scolastici in disuso
MOLTO PIU' DI UN SEMPLICE BANCO DI SCUOLA

Due anni fa il Comune decise di mettere in vendita le vecchie lavagne delle scuole, quelle di legno e ardesia: il successo fu immediato e i fondi vennero utilizzati per ristrutturare la "sala incontri" utilizzata dalle associazioni del paese. Quest'anno in vendita ci sono i banchi di scuola, con le sedie, nella variante con il piano reclinabile, da disegno, inutilizzati, accatastati e dislocati in più aule e magazzini. L'assessorato ai servizi educativi, ha deciso di destinare i proventi della vendita dei banchi per l'acquisto di nuovo materiale scolastico e migliorare le dotazioni della scuola. I primi giorni di vendita sono incoraggianti: numerose le telefonate anche da fuori provincia e presso il Comune, chiamando l'ufficio economato (tel. 0131233122/4), è possibile informarsi per visionarli e scegliere il modello preferito, dal momento che sono di diverse dimensioni e tipologie. La frase di lancio della vendita recita: "molto più di un semplice banco" e infatti, se ci si pensa bene, è proprio così: il banco non è un oggetto qualunque, ha visto scorrere la vita di ogni scolaro, c'era quando Anna ha scritto il primo tema, quando Luca imparava le somme e quando Marco di prese 8, un pezzo della storia di ciascuno.