accessibile
Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie anche di terze parti. Maggiori informazioni sui cookies.

Chiudi

Home > SCOPRI LA CITTA' > Lo stemma

LO STEMMA DI SAN SALVATORE, IL CARATTERE DI UNA CITTÀ

        
Stemma San Salvatore Monferrato
Lo stemma di San Salvatore Monferrato è legato ad un avvenimento storico realmente accaduto che lo investe di grande importanza; si tratta infatti di uno dei pochi stemmi civici collegati ad un'impresa di valoroso coraggio dei suoi abitanti.
Nell'agosto del 1641, durante una guerra per la successione del Ducato del Monferrato, San Salvatore, città di confine, subì numerosi saccheggi da parte degli eserciti spagnoli e francesi che combattevano nelle nostre terre.
I nostri concittadini, stanchi di sopportare le continue scorribande degli invasori, difesero la città dai saccheggiamenti e, unite le forze, scacciarono un gruppo di soldati spagnoli, difendendo il territorio e liberando il paese. Nessun'altra popolazione della zona fu così impegnata e coraggiosa.
In ricordo di questo avvenimento, la duchessa Maria Gonzaga premiò San Salvatore con uno stemma, nel quale compariva la frase latina "Non omnia passi nec ab omnibus": "non subiamo nulla e da nessuno", sovrastata da un Ercole che impugnava la clava.
Nel 1894, l'emblema subì qualche piccola modifica poiché San Salvatore ottenne il titolo di Città e con lo stesso decreto fu autorizzato l'uso dell'attuale stemma civico conferito con decreto del re Umberto I il 30 dicembre 1894.
Lo stemma rappresenta uno scudo diviso in due con una S nella parte superiore rossa e un'altra S nella parte sottostante color argento. Una fascia dorata divide le due parti.
Sono inoltre presenti due rami d'alloro (simbolo di virtù e vittoria) e di palma naturale (simbolo anch'esso di vittoria e di pace). Anche nella nuova versione del 1894 è presente la figura del mezzo busto di un Ercole nascente dalla corona di città.