accessibile
Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie anche di terze parti. Maggiori informazioni sui cookies.

Chiudi

Home > Vendita al domicilio

VENDITA AL DOMICILIO

DEFINIZIONE: Attività in cui la vendita al dettaglio e/o la raccolta di ordinativi avvengono direttamente al domicilio del consumatore. La comunicazione deve essere presentata al comune in cui il titolare ha la residenza o la sede legale, 30 giorni prima dell'inizio dell'attività.

REQUISITI SOGGETTIVI :
• Aver esercitato con esito positivo un corso professionale per il commercio relativo al settore merceologico alimentare, istituito o riconosciuto dalla Regione
• Aver esercitato in proprio, per almeno due anni nell’ultimo quinquennio, l’attività di vendita all’ingrosso o al dettaglio di prodotti alimentari, o aver prestato la propria opera, per almeno due anni nell’ultimo quinquennio, presso imprese esercenti l’attività nel settore alimentare in qualità di dipendente qualificato addetto alla vendita o all’amministrazione, o, se trattasi di coniuge o parente o affine entro il terzo grado dell’imprenditore, in qualità di coadiutore familiare, comprovata dall’iscrizione all’INPS
• Insussistenza nei confronti del richiedente di "cause di divieto", di decadenza o di sospensione di cui all'art. 10 della legge 31/05/1965 n° 575 (antimafia)
• Non aver riportato condanna a pena detentiva accertata con sentenza passata in giudicato, per uno dei delitti di cui al titolo II e VIII del libro II del codice penale (delitti contro la P.A. e contro l’economia pubblica)
• Non aver riportato condanna per ricettazione, riciclaggio, emissione di assegni a vuoto, insolvenza fraudolenta, bancarotta fraudolenta, usura, sequestro di persona estorsione, rapina
• Non aver riportato condanne, con sentenza passata in giudicato, per delitto non colposo, per il quale è prevista una pena detentiva non inferiore nel minimo a tre anni, sempre che sia stata applicata, in concreto, una pena superiore al minimo edittale.
• Non aver riportato, nel quinquennio precedente l’inizio dell’esercizio dell’attività, due o più condanne a pena detentiva o a pena pecuniaria per uno dei delitti previsti dagli art. 442 (commercio di sostanze alimentari contraffatte), 444 (commercio di sostanze alimentari nocive), 513,513 bis,515,516,517 c.p. o per delitti di frode nella preparazione o nel commercio di alimenti previsti da leggi speciali
• Non essere sottoposti ad una delle misure di prevenzione di cui alla L. 27.12.1956 n. 1423 o non essere soggetti ad una delle misure previste dalla L. 31.05.1965 n. 575, o non essere stati dichiarati delinquenti abituali, professionali o per tendenza
• Non essere stati dichiarati falliti (inibizione dalla data di passaggio in giudicato della sentenza e per cinque anni)
• residenza o sede legale nel comune dove viene presentata la comunicazione.


REQUISITI OGGETTIVI: Nessun requisito per il documento selezionato.

DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE al Mod COM 5

-  Documento attestante il possesso della professionalità necessaira
-  Copia documento di identità dei responsabili
-  COM7: distributori automatici (TRE COPIE).

La modulistica è in fase di aggiornamento