accessibile
Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie anche di terze parti. Maggiori informazioni sui cookies.

Chiudi

Home > Attività di servizio sociale

SAN SALVATORE PER IL SOCIALE

 

 

Esenzione ticket

Per richiedere l'esenzione del ticket in condizioni di disagio economico scarica il modulo.



Tessere libera circolazione
Rilasciata dalla Provincia di Alessandria

Chi se ne occupa: Servizio Mobilità Privata
Orario: Lunedì e Mercoledì dalle 9,00 alle 12,30
Descrizione:
La tessera di libera circolazione, che consente di usufruire gratuitamente in tutta la Regione Piemonte del Trasporto Pubblico (linee urbane ed extraurbane; treni regionali, diretti ed interregionali aventi l’origine e la destinazione in cittadine piemontesi e finanziate dalla Regione Piemonte).
VENGONO ESCLUSE DALLA CONSEGNA GLI ABITANTI DI ALESSANDRIA E CASALE
la tessera puo’ essere richiesta dai cittadini che rientrano nelle seguenti casistiche:
- "grandi invalidi":invalidi: di guerra, civili di guerra e per servizio comprese tra la I e la V categorie
- ultrasessantacinquenni con difficoltà persistenti nello svolgere i compiti e le funzioni proprie della loro età , di cui al D.Lgs. 509/’88 - art. 6
- disabili -invalidi civili e del lavoro- con una percentuale di invalidità superiore al 67%
- a chi appartiene alla II categoria con una super invalidità
- ciechi assoluti
- ciechi ventesimisti
- sordomuti
- minori invalidi

La tessera viene rilasciata immediatamente qualora l'interessato si presenti di persona o tramite delegato allo sportello, nei giorni di lunedì e mercoledì mattina.
Le Associazioni, previo appuntamento, possono portare le richieste e ritirare immediatamente le TLC anche fuori orario di sportello.
La richiesta delle TLC elettroniche che permettono l'uso della metropolitana di Torino hanno un costo attualmente di € 5,44. Devono essere richieste al Servizio, che inoltrerà alla GTT di Torino la quale invierà all'interessato la tessera.

 


 
Agevolazioni per il pagamento delle bollette del gas naturale

L'Autorità per l'energia elettrica ed il gas, ha approvato le «Modalità applicative del regime di compensazione della spesa per la fornitura di gas naturale sostenuta dai clienti domestici economicamente svantaggiati, definite ai sensi del decreto legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito in legge con modificazioni dall'articolo 1 della legge 28 gennaio 2009, n. 2.».

Gli aventi diritto al bonus sociale, potranno presentare domanda esclusivamente sull'apposito modello gratuitamente disponibile presso Casa Barco (Centro Sociale Pensionati) nei seguenti giorni:
martedì dalle ore 10 alle ore 12,00 - CAAF della CGIL
mercoledì dalle ore 9 alle ore 11,00 – CAAF della CISL5

- Alla domanda dovranno essere allegati i seguenti documenti:
a) Attestazione ISEE (in relazione al disagio economico) se non già presentata per altre agevolazioni;
b) Copia fotostatica del documento di identità.
- Il diritto al bonus ha una validità di 12 mesi. Al termine di tale periodo, per ottenere l'eventuale rinnovo, il consumatore dovrà presentare una domanda accompagnata da una certificazione ISEE aggiornata, che attesti il permanere delle condizioni di disagio economico.

I moduli sono reperibili anche sul sito internet http://www.autorita.energia.it

Modulo A forniture individuali
Modulo B forniture individuali + centralizzate
Modulo C forniture centralizzate
Modulo D forniture cessate
Modulo E famiglie numerose
Modulo F delega incasso 


 


Agevolazioni per il pagamento delle bollette del servizio idrico

E' sempre attiva la possibilità, per le utenze deboli, di usufruire delle agevolazioni previste per il pagamento delle bollette del servizio idrico.
E' possibile reperire le informazioni sulle condizioni per accedere alle agevolazioni e sulle modalità di presentazione delle domande (da presentare direttamente all'ente socio assistenziale competente: ASL AL distretto di Valenza) andando sul sito del Consorzio acquedotto del Monferrato.

 


Bonus sociale per fornitura energia elettrica

Bonus sociale per FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA. Per maggiori informazioni e per scaricare i moduli di domanda vai al sito www.autorita.energia.it/bonus_sociale.htm.
Moduli-istanza per l'ammissione al regime di compensazione per la fornitura di energia elettrica:
Modulo disagio economico
Modulo disagio fisico
Dichiarazione sostitutiva famiglia numerosa
 


ASSEGNO DI MATERNITA’

L’assegno spetta, per ogni figlio nato, alle donne che non beneficiano di alcun trattamento economico per la maternità o che beneficiano di un trattamento economico di importo inferiore rispetto all’importo dell’assegno.
Alle medesime condizioni, il beneficio viene anche concesso per ogni minore in adozione o affidamento preadottivo purché il minore non abbia superato i 6 anni di età al momento dell’adozione o dell’affidamento (ovvero la maggiore età in caso di adozioni o affidamenti internazionali).
La domanda deve essere presentata al Comune di residenza della madre entro il termine perentorio di sei mesi dalla nascita del figlio. In caso di adozione o affidamento preadottivo il termine di sei mesi decorre dalla data di ingresso del minore nella famiglia anagrafica della donna che lo riceve in adozione o in affidamento

CHI PUO’ FARE LA DOMANDA

cittadine italiane
• cittadine comunitarie
• cittadine extracomunitarie in possesso di carta di soggiorno
(non è sufficiente il permesso di soggiorno anche se rilasciato per un motivo che consente un numero indeterminato di rinnovi); in tale ipotesi, anche il figlio che non sia nato in Italia o non risulti cittadino di uno Stato dell’Unione Europea, deve essere in possesso di carta di soggiorno.


Alle madri che beneficiano dell’assegno di maternità, il Comune eroga anche il BONUS BEBE’ di Euro 500,00.
 

Modulo assegno maternità 

 


ASSEGNO FAMIGLIARE CON TRE FIGLI MINORI

REQUISITI

• Essere cittadino italiano o comunitario residente nel territorio dello Stato
• nucleo familiare composto almeno da un genitore e tre minori di anni 18 che siano figli propri e sui quali esercita la potestà genitoriale. Ai figli minori del richiedente sono equiparati i figli del coniuge, nonché i minori ricevuti in affidamento preadottivo. Il genitore e i tre minori devono far parte della stessa famiglia anagrafica.
• risorse reddituali e patrimoniali del nucleo familiare non superiori a quelle previste dall’Indicatore della Situazione Economica (I.S.E.) valevole per l’assegno.
La domanda deve essere presentata al Comune di residenza del richiedente entro il termine perentorio del 31 gennaio dell'anno successivo a quello per il quale viene richiesto l'assegno.
I requisiti devono essere posseduti dal richiedente al momento della presentazione della domanda; i soggetti che presentano la domanda nel mese di gennaio dell’anno successivo a quello per il quale è richiesto l’assegno, devono fare riferimento ai requisiti posseduti alla data del 31 dicembre immediatamente precedente.

Per maggiori informazioni visita il sito dell'Inps

Modulo Assegno Nuclei Familiari



ASSEGNI DI STUDIO ON LINE

Vuoi richiedere un contributo per la scuola dei tuoi figli? Iscrizione e frequenza, trasporti e attività integrative acquisto di libri di testo

Vai sul sito  Sistemapiemonte  per la richiesta on line.